News, Storie & Consigli sui nostri Software Multimediali

Rendimento e diagnosi con MAGIX Video deluxe

Rendimento e diagnosi con MAGIX Video deluxe

leistungsdiagnostik Rendimento e diagnosi con MAGIX Video deluxe

Solo a partire dai Campionati Mondiali del 2006 si è sviluppata nel calcio una forte tendenza verso la “diagnostica della prestazione”, con la quale si cerca, attraverso un’osservazione professionale ed un’analisi del gioco, di ricavare delle nozioni sportive di aiuto all’ottimizzazione delle performance individuali e al perfezionamento delle dinamiche di gruppo. Nello sport agonistico, a questo proposito, vi sono grandi staff di supporto, centri agonistici e ogni tipo di tecnologia avanzata.
Ma cosa si può fare al di là dell’azienda specializzata, avendo a disposizione solo un piccolo budget? I due studiosi di sport Karsten Görsdorf e Christoph Dreckmann non conoscono solo la teoria ma giocano loro stessi a pallamano. Nell’intervista seguente raccontano delle loro esperienze, della loro collaborazione con la Federazione Tedesca di pallamano (Deutschen Handballbund -DHB -) e di come la tecnologia moderna possa aiutare a migliorare le prestazioni anche senza grandi somme a disposizion.

Quest’intervista è già apparsa a febbraio 2009 nel nostro vecchio MAGIX-Blog. In occasione dei Campionati Europei di calcio la pubblichiamo nuovamente qui (in forma abbreviata).

Nello sport professionale vengono sborsate delle somme enormi per la così detta ‘diagnostica della prestazione’ – come può MAGIX Video deluxe, ideato appositamente per videoamatori, venire in aiuto ai dilettanti sportivi?

In linea di massima, secondo la prospettiva della scienza dell’allenamento ogni feeback fornito via video, in modo strutturato, può essere d’aiuto sia per lo sportivo che per l’allenatore. Non sono importanti né il livello né il tipo di sport: dal giocatore di golf dilettante, passando dalle giovani promesse del nuoto fino a chi va sullo skate o gioca al calcetto balilla – a tutti può essere d’aiuto il video – ai dilettanti quanto ai campioni olimpionici; un impiego strutturato del video può velocizzare sia la tecnica che le tattiche. Già soltanto la visualizzazione dei propri movimenti aiuta la rappresentazione dello svolgimento tecnico di un esercizio. Ne vediamo un enorme potenziale soprattutto nell’impiego nella scuola.

VM 2006 low 007 Rendimento e diagnosi con MAGIX Video deluxe

In che cosa esattamente è d’aiuto l’impiego di un software per montaggio video nella valutazione di una partita?

Parlare di valutazione significa effettuare una propria analisi del gioco, ossia rispondere a domande come ‘Quali sono stati i nostri punti deboli e che cosa invece abbiamo fatto bene?’ A questo scopo, software quali MAGIX Video Deluxe o MAGIX Video Pro X possono fornire un chiaro supporto tecnico per trovare scene riguardanti i temi sopraccitati, per il taglio delle scene, la loro combinazione o organizzazione, o anche per la loro gestione o pubblicazione. In questo modo è possibile fornire un feedback all’allenatore e ai giocatori già durante il gioco, ad es. alla fine del primo tempo. Tuttavia una valutazione qualitativa delle immagini video e dei ‘figuranti’ spetta ad un esperto del settore, che dovrebbe avere, da una parte, delle esperienze pratiche nello sport in questione e, dall’altra, disporre del know-how tecnico per veicolare all’allenatore e ai giocatori le informazioni nel migliore dei modi. Noi ci assumiamo questo compito di osservatori di gioco per conto dei nostri partner di cooperazione quali la Federazione Tedesca di Pallamano o per squadre di calcio di serie A o B. Nelle associazioni amatoriali questo compito spetta sempre all’allenatore, nella scuola all’insegnante.

Quanto è importante il materiale video iniziale? Basta raccogliere semplicemente del materiale video fornito da alcuni spettatori o si dovrebbe piuttosto produrre da sé il materiale specifico per la diagnosi?

Sicuramente bisognerebbe provare almeno una volta ad effettuare un’analisi dei video girati con i cellulari durante una partita della Bundesliga. Almeno si avrebbero a sufficienza diverse angolazioni di ripresa. Per un video motivazionale abbiamo già avuto modo di utilizzare le riprese del padre di un giocatore. Normalmente, almeno nel caso della pallamano, si consiglia di effettuare le riprese con la videocamera da una posizione centrale elevata, a metà campo. Un cavalletto, una macchina fotografica (noi usiamo una videocamera digitale), un cavo FireWire e MAGIX Video Deluxe su un portatile sono del tutto sufficienti. Se non vi sono le condizioni ideali, è possibile trasferire i video su computer anche una volta a casa. Per alcuni sport lavoriamo anche con due o tre videocamere, per poter osservare più attentamente precisi aspetti del gioco.

VM 2006 low 003 Rendimento e diagnosi con MAGIX Video deluxe

È possibile trasferire alcune esperienze della post-produzione di video di pallamano anche ad altri tipi di sport?

Originariamente il metodo dell’osservazione qualitativa del gioco è stato impiegato per la prima volta da Gunnar Hansen in una partita di beachvolley a partire dal 1999; lui e la squadra vinsero anche la medaglia di bronzo ai giochi olimpici a Sidney. Abbiamo quindi applicato il metodo alla pallamano e da più di tre anni abbiamo assistito la Federazione Tedesca di Pallamano. L’anno scorso abbiamo vinto con i giocatori e gli allenatori i Campionati Europei giovanili in Cecoslovacchia. Quest’anno abbiamo intenzione di impegnarci con i Campionati Mondiali giovanili in Tunisia. L’esperienza pratica e il flessibile consolidamento teorico ci consentono di applicare l’osservazione qualitativa del gioco a tutti i tipi di sport con le relative condizioni specifiche. In questo modo siamo stati in grado di assistere tre squadre di calcio professionali. Bisogna tuttavia tener conto delle rispettive condizioni sociali generali: una squadra della Bundesliga subisce delle pressioni ben diverse rispetto ad una squadra nazionale juniores, che si trova in fase di formazione. Ad un giocatore di golf interessano altri aspetti rispetto ad una squadra di pallanuoto.

Quali indicazioni o consigli si possono dare riguardo alla post-produzione delle partite per altri giocatori, ossia per altri tipi di sport? A cosa si deve prestare attenzione?

Non si può, in questa sede, elencare tutti i consigli per un’efficiente analisi video, tuttavia alcuni punti fondamentali sono:

  • Non effettuare riprese video oltre i 20 minuti (che una volta tagliati si riducono ad 8 minuti di materiale video), perché successivamente si riduce la concentrazione dei giocatori
  • Si consiglia di alternare una scena in tempo reale ed una in moviola
  • Bisognerebbe ordinare le scene per categorie (ad es.: difesa, tempi di risposta, attacco)
  • Non mostrare soltanto scene negative, bensì anche azioni ben riuscite
  • Le sedute di ripresa dovrebbero verificarsi ad intervalli di tempo regolari

Non vi è altrimenti alcun tipo di limitazione alla creatività per l’analisi video. Come nel gioco.