News, Storie & Consigli sui nostri Software Multimediali

Web radio da paura: 13 hit da ascoltare per Halloween

La ricerca maniacale delle hit per Halloween è finita, i 13 brani più spaventosamente belli per l’occasione sono nella web radio e li ho raccolti per voi in una playlist mufin. L’articolo descrive nel dettaglio i brani selezionati per voi.

Tutto sulle 13 hit per Halloween dalla web radio

Di certo ad Halloween le ragnatele non possono mancare: ecco perché tra i titoli che vi propongo ne troverete qualcuno che ormai ne è “ricoperto” (si parla di brani di oltre vent’anni fa). Per farvi ascoltare e guardare i brani senza blocchi da Youtube, eccovi una playlist da mufin.com.

1. Michael Jackson: Ghosts

Michael Jackson è semplicemente uno degli artisti più celebri del mondo della musica e ci ha saputo fare all grande anche nel genere horror. Nel 1997 ha realizzato un intero film intitolato “Ghosts”, ricco di effetti speciali e costumi ispirati ad Halloween. Qui troverete la seconda parte del film con il castello infestato dai fantasmi e governato da un bizzarro signore, l’assalto della popolazione locale… insomma una sorta di “parabola della vita reale della star.

2. Michael Jackson: Thriller

Questo brano non necessita senz’altro di presentazioni: va comunque ricordato che appartiene a Vincent Price, icona horror del cinema, la risata diabolica alla fine della canzone. Vincent Price è stato protagonista di numerosi film horror ed ha registrato un album dello stesso genere musicale. “Thriller” rappresenta una pietra miliare nei video musicali e nella storia del cinema: la regia è niente di meno che di John Landis, regista del celebre “Un lupo mannaro americano a Londra”.

3. The Cure: Lullaby

Il videoclip di questo brano della band di Robert Smith, datato 1989, con ragnatele e morti viventi è impregnato di una sorta di romanticismo “zombie”. Qui potete ascoltare un mash-up con i Gorillaz.

4. Diana Ross: Eaten Alive

Un brano della cantante delle Supremes, Diana Ross, sul tema del “cannibalismo”. Non c’è quindi da meravigliarsi che la diva si sia rivolta al maestro della musica horror Michael Jackson. Il brano vede anche la collaborazione dei BeeGees, produttori dell’intero album. Il singolo non ebbe però successo, contrariamente a “Chain Reaction” (’86, Gran Bretagna) anch’esso contenuto nell’album “Eaten Alive”, il cui omonimo brano richiama elementi halloweeniani come il rumore del morso alla fine della canzone.

5. The Hooters: All You Zombies

Nel 1985 gli Hooters lanciano la loro prima hit di successo “All You Zombies”, ancora oggi spesso presente nelle web radio. Il brano si ispira alla lunga tradizione cinematografica sul tema dei morti viventi, che ha visto gli albori nel 1930 con il film “Il gabinetto del dottor Caligari”.

6. Mc Hammer: Addams Groove

Uno dei rapper più grandi: Mc Hammer, che ha esordito negli anni Novanta e di cui ricordiamo la celeberrima hit “U can’t touch this”. “Addams Groove” è invece il brano scritto per il film della famosa serie TV degli anni Trenta, “La famiglia Addams”. I remake della serie della famiglia più macabra della Tv che hanno riscosso il maggiore successo in assoluto negli anni Novanta sono stati quelli che hanno visto il debutto dell’attrice dai ruoli bizzarri Christina Ricci.

Halloween webradio Limahl 300x265 Web radio da paura: 13 hit da ascoltare per Halloween7. Limahl: Love In Your Eyes

Il frontman dei Kajagoogoo raggiunse il successo negli anni Ottanta come solista con il celeberrimo brano “Neverending Story”, colonna sonora dell’omonimo film “La storia infinita”. Nel singolo “Love in Your Eyes”, prodotto da Giorgio Moroder, Limahl canta la fine del suo matrimonio. L’elemento tetro del brano risiede piuttosto nel video, dove il cantante appare con le pupille vuote ed illuminate. Nessuno conosce il motivo di questa scelta, ma i fan di Limahl ne rimasero letteralmente terrorizzati…

8. Die Prinzen: Schlottersteinhymne (GERMANIA)

Uno dei gruppi più celebri della Germania dell’Est negli anni Novanta che ha composto la musica per una serie Tv per bambini, ispirata al grande classico contemporaneo “Vampiretto”. Il romanzo di Angela Sommer-Bodenburg parla dell’amicizia del bambino Anton con il vampiretto Rüdiger e la sua famiglia. Il romanzo è stato tradotto in oltre 30 lingue.

9. Bobby “Boris” Picket: Monster Mash

Il brano più vecchio della mia playlist, primo posto nelle classifiche USA nel 1962: “Monster Mash” fa parte di un album interamente dedicato al tema dei mostri. “Boris”, aggiunto al nome dell’attore Picket, che interpreta questo brano, è un riferimento a Boris Karloff, attore del film Frankenstein. Picket imita anche il modo di parlare delle star di Hollywood.

10. Annie Lennox: Lovesong For A Vampire

Una delle canzoni più belle di Annie Lennox, uscita nel 1992 in occasione del remake di Dracula diretto da Francis Ford Coppola, tra l’altro una delle migliori rappresentazioni cinematografiche del romanzo pubblicato nel 1897 dallo scrittore irlandese Bram Stocker.

11. Nick Cave & Kylie Minogue: Where The Wild Roses Grow

Di sicuro il cadavere più bello della storia del pop: Kylie Minogue nel video della traccia del celebre album “Murder Ballads” di Nick Cave. Chi avrebbe mai detto che la star rosa bon bon del pop rimessa in sesto dal trio Stock, Aitken & Waterman potesse raggiungere livelli così alti? In ogni caso, il brano pan-australiano ha scalato le classifiche giungendo nel 1995 nella top 5 di numerosi paesi europei.

12. Die Ärzte: Monsterparty (gruppo tedesco)

Il gruppo punk tedesco per eccellenza che riesce a far rivivere lo spirito teenage ancora oggi nei suoi fan ormai over 40. Sulla scena musicale pop già dal 1982, il gruppo punk è apprezzato dal pubblico adulto per i suoi testi ironici e le idee musicali originali. Un gruppo dalla fama indiscutibile. In particolare, il membro Bela B. sfrutta spesso la sua immagine da vampiro doppiando libri audio dai temi horror-vampireschi.

13. Magic Affair: Omen III

A concludere la playlist, “Omen III”, del gruppo tedesco Magic Affair. Contenuti dark ed un suono che richiama il duo “2 Unlimited” hanno lanciato la band in vetta alle classifiche tedesche della Eurodance nel 1994 . Ma già nel 1989 la band si era fatta conoscere con “das Omen”. La formazione precedente, i “Mysterious Arts”, della quale sono state mantenute le iniziali, fu anch’essa prodotta da Mike Staab. Il film horror “Il presagio” (“The Omen”) del 1976 diretto da Richard Donner con Gregory Peck nel ruolo principale, con le sue profezie oscure, le manifestazioni di satana e quant’altro divenne un vero e proprio successo cinematografico. Fino al 1991 sono state realizzate altre tre parti, e nel 2006 uscì il primo remake.

Questa è solo una piccola selezione dall’immenso repertorio delle hit di Halloween. Chi è interessato potrà ricercare altro materiale nelle numerose web radio e canali video.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>